domenica 24 novembre 2013

Panini di ceci e sesamo nero


Ci sono certe cose che quando cominci a farle non riesci più a smettere. Una ciliegia tira l'altra, un cucchiaino di una certa crema alla nocciola: "Ti giuro che questo è l'ultimo!!!...No, il prossimo è l'ultimo!...Ma via, un altro che male vuoi che mi faccia!!!...Domani dobbiamo fare la spesa: manca la N...!!!", ecc...

A me è successo in questi giorni con il pane! Questa volta so bene a chi dare la colpa: a Sandra e Barbara e alla loro raccolta Panissimo, e a Michela, che con il suo blog me l'ha fatta conoscere. Dopo aver partecipato con il mio Pane Integrale al profumo di timo e rosmarino, ho cominciato a pensare di lasciarmi andare e di sperimentare nuove ricette con una delle farine, che mi chiamavano ogni volta che aprivo la dispensa.

Complice il tema del mese della raccolta, che è "Farine speciali e antiche", e la voglia di sapori toscani, ho voluto provare a dar vita a dei piccoli panini, che mi ricordassero il sapore della gustosissima "cecina" viareggina, una "farinata" di ceci condita con olio extra vergine d'oliva e pepe e cotta in padelle di ferro nel forno a legna.  Così ecco a voi il mio esperimento: panini con farina di ceci, leggermente speziati, e sesamo nero. Dei panini dal gusto deciso, privi di glutine (il che non guasta, visto che pur non essendo tutti celiaci, di glutine ne assorbiamo fin troppo), da mangiare da soli o per accompagnare ad esempio un piatto di baccalà o dei gamberi in guazzetto. A me sono piaciuti molto... a voi il giudizio...




Ingredienti per n. 5 panini:

250 g di farina di ceci
150 ml di acqua
12 g di lievito di birra fresco
30 ml di olio extra vergine d'oliva
pepe nero macinato fresco
sale grigio
3 cucchiaini di sesamo nero

Preparazione:

Mettete in una ciotola la farina di ceci con il sale e mescolate. A parte sciogliete il lievito di birra in un po' di acqua tiepida: non usatela tutta subito, ma tenetene da parte un po' da aggiungere man mano che impasterete.
Versate il lievito nella farina e cominciate ad impastare, aiutandovi con una spatola. Unite l'olio d'oliva e  una leggera macinata di pepe nero, continuando ad impastare. 
Dosate l'acqua rimanente a seconda di quanta la farina ne avrà assorbito: l'impasto deve risultare un po' appiccicoso, ma deve essere lavorabile con le mani. 
Aggiungete infine un cucchiaino di semi di sesamo nero e terminate di impastare sul piano di lavoro.
Ponete l'impasto in una ciotola leggermente infarinata, copritelo con un canovaccio e lasciatelo lievitare per 2 ore in un luogo tiepido.
Trascorso il tempo di lievitazione, sgonfiate leggermente la pagnotta e formate 5 palline, che diporrete su una teglia ricoperta di carta da forno.
Ricordatevi di accendere il forno a 220 °C.
Distribuite sui panini i semi di sesamo nero rimasti e premete leggermente con le dita in modo che si attacchino bene.
Infornate e cuocete per al massimo 15 minuti.
Sfornate e lasciatevi inebriare dal profumo di ceci e stuzzicare il palato dal leggero aroma piccante del pepe e del sesamo nero.

3 commenti:

sandra liccioli ha detto...

e hai fatto proprio bene a sperimentare! bellissimi questi panini... io poi sono una appassionata di ceci!
grazie cara
Sandra

anatole ha detto...

Non mi sembra partito il mio commento quindi lo ripropongo.
"impastare"....con le mani o sempre con la spatola? e quando iniziare e per quanto tempo.
Grazie :-)

Valentina ha detto...

Ciao Anatole, scusami ma sono stata veramente molto assente da queste parti. Per impastare inizialmente intendo con la spatola perchè l'impasto è piuttosto appiccicoso. Quando avrai raggiunto la consistenza ideale (leggermente bagnato, ma lavorabile a mani nude)lo puoi finire di lavorare sul piano di lavoro con le mani per circa 7/8 minuti.
Fammi sapere il risultato delle tue prove...
Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...